Tag: Paul Dowsdwell

Il RAGAZZO DI BERLINO

Il ragazzo di Berlino è Alex, un adolescente di sedici anni che vive a Berlino Est, nel quartiere Alt-Treptow. È un appassionato di musica rock e un fan sfegatato dei Led Zeppelin, i cui dischi sono proibiti nella DDR. Nonostante il divieto, se n’è procurato qualcuno tramite il mercato nero, che ascolta rigorosamente in cuffia. Ciò perché teme possibili cimici installate in casa dalla Stasi o il tradimento di possibili informatori tra i vicini di casa. La sua famiglia è critica nei confronti del regime, ma come molti cittadini ne è spaventata. Anche sua sorella è una ragazza creativa e sensibile all’arte, per questo considerata un cattivo esempio nel pragmatico sistema socialista. Alex è alle prese con i primi turbamenti amorosi, sogna di diventare un chitarrista famoso e suona clandestinamente in una band formata con alcuni coetanei.
Il titolo originale del romanzo è Sektion 20, il dipartimento della Stasi che si occupa degli oppositori al regime. L’autore de Il ragazzo di Berlino è il britannico Paul Dowswell, specializzato in narrativa per ragazzi: il romanzo fa parte di una collana editoriale per i lettori più giovani. Le vicende sono ambientate, nella prima metà degli anni ’70, a Berlino Est dove, malgrado la cortina di ferro e il Muro, soffiavano comunque i venti di ribellione iniziati nel ’68. Lo scrittore inglese, nella postfazione, cits tra le fonti d’ispirazione e le influenze alle radici del romanzo, il film Le vite degli altri e il saggio C’era una volta la Ddr di Anna Funder.
Il ragazzo di Berlino miscela i tipici elementi del romanzo con un approccio a…