Tag: Libri

ANNE, LILIANA E ALTRE STORIE

Liliana Segre e Annelies Marie Frank sono nate in due nazioni diverse, ma nello stesso periodo storico. Erano due bambine quando, negli anni 30, con l’ascesa del fascismo in Italia e del nazionalsocialismo in Germania, videro segnato il loro destino. La loro colpa fu quella di essere nate in una…

INFANZIA A BERLINO TRA LE DUE GUERRE

Il rogo di Berlino di Helga Schneider è una delle opere letterarie più avvincenti sui drammi della II Guerra Mondiale. Si tratta di uno struggente diario con cui l’autrice slesiana, cresciuta a Berlino e da sessant’anni naturalizzata italiana, racconta la sua infanzia in una città ormai in macerie. Leggendolo, l’ho spontaneamente collegato a un breve racconto, diametralmente opposto, ambientato nella capitale tedesca degli anni ’20. Da questa comparazione è emerso l’intrigante parallelismo di due esperienze di infanzia completamente opposte, entrambe rappresentative della Berlino sofferente tra le due guerre.
Dopo la caduta dell’Impero Prussiano e all’alba della Repubblica di Weimar, Berlino proseguì nel proprio processo di espansione. A partire dagli anni ’20, le cittadine limitrofe vennero annesse al centro, completando il progetto della Groß-Berlin intrapreso nella seconda metà del secolo precedente. Ecco spiegato come mai a Berlino esistono i cosiddetti doppi toponomastici, che possono creare confusione, e i molteplici e antichi Rathaus. Infatti, gli odierni quartieri erano in origine villaggi e borghi rurali, ciascuno con un proprio municipio.
«Berlino è la città più bella, più ricca di cultura, in tutto il mondo. Sarei riprovevole se non fossi fermamente convinta di ciò. Non vive forse qui l’Imperatore? Chi potrebbe costringerlo a vivere qui se non fosse il posto che gli piace di più? … Io e papà abitiamo nel quartiere più…

LA BERLINO DI METÀ NOVECENTO

Negli ultimi mesi mi sono dedicato alla lettura di due classici del Novecento ambientati a Berlino: Berlin Alexanderplatz di Alfred Döblin e Addio a Berlino di Christopher Isherwood. Entrambi i romanzi sono ambientati nella Berlino della prima metà del Novecento e sono stati ripresi da due maestri del cinema: Rainer Werner Fassbinder e Bob Fosse. …
– La Berlino di metà Novecento –

LA FRONTIERA DI BERLINO OVEST

I CCCP – Fedeli Alla Linea si sono formati all’inizio degli anni ’80 a Berlino Ovest, la ricca enclave della Repubblica Federale Tedesca e città di frontiera. Negli anni in cui s’imposero sulla scena musicale italiana, li osservavo con un certo scetticismo. Di primo acchito li avevo giudicati un po’ ridicoli nel…

RITORNO A BERLINO

Le opere letterarie poco conosciute che riemergono dalla polvere del passato sono spesso le più affascinanti. Uno di questi casi è Ritorno a Berlino di Verna B. Carleton (titolo originale Back to Berlin. An Exile Returns), pubblicato originariamente nel 1959 negli USA e nel 1962 in Germania e…

BERLINO, ILLUSIONE E INGANNO

La letteratura è senz’altro una delle forme espressive più efficaci nel delineare e mettere in risalto i cambiamenti socio-culturali di un luogo e di un’epoca. Esplorare la storia di Berlino attraverso le molteplici opere che l’hanno ispirata nel corso della Storia permette di comprendere…

LA STASI DIETRO IL LAVELLO

La STASI dietro il lavello (Meine freie Deutsche Jugend) è il racconto autobiografico di un’ex cittadina della DDR negli anni dell’adolescenza. Si tratta di un memoir godibile che si distingue da testimonianze analoghe ricorrendo a un registro leggero e ironico. L’autrice accompagna il lettore attraverso…

UNA DONNA IN MACERIE

“Ha quarantatre anni, è divorziata, il marito, che di mestiere pulisce i vetri, ha avuto già nel secondo anno di matrimonio una storia con la proprietaria di un negozio (carne e salumi) a Reinickenford, Berlino Ovest. Si chiama Herbert e amava il danaro più di ogni altra cosa; ogni mattino andava…