Tag: Guerra Fredda

IL MURO: GENESI E RESPONSABILITÀ

Muro di Berlino: storia di una vergogna – Nonostante siano trascorsi oltre trent’anni dalla sua caduta, il Muro ancora oggi rappresenta uno dei simboli più significativi delle assurdità di cui l’uomo è capace. La narrazione storica ufficiale ha spesso peccato di parzialità nell’addossare principalmente a una sola parte le colpe del vallo antifascista. Un’analisi approfondita che considera l’intera timeline degli eventi scaturiti poi nella genesi del Muro, lascia emergere responsabilità decisamente trasversali. A tale scopo è disponibile un’infinita documentazione sull’argomento. Nell’infinità di titoli disponibili, eccone uno particolarmente degno di attenzione.
Non si può dividere il cielo di Gianluca Falanga (Carrocci editore, 2009) – L’autore del saggio è uno storico contemporaneo che vive a Berlino da oltre vent’anni. Da lungo tempo collabora come consulente presso alcuni importanti musei della capitale tedesca, tra cui quello della Stasi. Non si può dividere il cielo è uno snello e dettagliato resoconto sulla genesi, la costruzione e l’evoluzione del Muro. Il volume percorre l’intera cronologia degli avvenimenti nel periodo storico 1945-1961, antecedente all’installazione del Muro. Attraversa, infatti, l’intera sequenza temporale degli eventi che comportarono la spaccatura e la Guerra fredda tra gli alleati usciti vittoriosi dalla II Guerra Mondiale.
Prima e dopo il Muro – L’autore esamina con attenzione le motivazioni che hanno portato alla costruzione del Muro e le correlate dinamiche geopolitiche…

IL SOGNO DI WILLY BRANDT

Negli ultimi tre anni, il Flughafen Berlin-Brandenburg Willy Brandt ha accolto milioni di turisti provenienti da tutto il mondo, volando verso la vivace Berlino. Tuttavia, per coloro che non sono tedeschi, né appassionati né studiosi di storia, il nome dell’aeroporto potrebbe sembrare relativamente privo di significato. Approfondendo la sua straordinario biografia, emerge il peso e l’importanza che questa figura ha esercitato nel corso di almeno mezzo secolo di storia tedesca. Ciò che più colpisce a riguardo di Willy Brandt non è solo la sua figura di spicco, ma anche la grandezza del sogno che ha coltivato, nonché l’impegno appassionato con cui si è adoperato per realizzarlo. Ancora oggi, Herbert Ernst Karl Frahm, questo il suo vero nome, continua a incarnare l’immagine di uno stimato politico e, soprattutto, di un uomo fedele ai propri ideali.
Willy Brandt ricoprì la carica di cancelliere della Repubblica Federale Tedesca (nota anche come Germania Ovest) dal 1969 al 1974. Fu, inoltre, sindaco di Berlino Ovest dal 1957 al 1966. Questo periodo coincideva con il culmine della guerra fredda tra U.R.S.S. e U.S.A., che avrebbe poi portato alla costruzione del Muro. Ciò non rappresentò soltanto la separazione fisica di una metropoli già fratturata, ma anche il distanziamento netto tra due visioni politiche e due ideali di società contrapposti.
Tali differenze, come combustibile, alimentavano e incendiavano le ambizioni di predominio di entrambe le superpotenze. Si scontravano il…