Tag: Documentario

NOSTALGIE E LA DEUTSCHE VITA

Sorpreso da una recensione piuttosto severa su un documentario uscito circa 10 anni fa, ho voluto riguardarlo. La Deutsche Vita, a suo tempo, mi aveva colpito positivamente per l’approccio poetico e realistico al tema della nostalgia. Trovandolo disponibile su Prime, l’ho rivisto con piacere.
La Deutsche Vita si basa sull’esperienza di alcuni italiani residenti a Berlino da lungo tempo, esattamente come i due ideatori e registi del film. La voce narrante della pellicola, racconta la difficoltà del suo sesto inverno consecutivo nella capitale tedesca e il conseguente e sempre più insostenibile peso della lontananza da casa. È proprio la nostalgia per l’Italia il filo conduttore tra tutti gli intervistati, anche tra coloro che sono ormai perfettamente integrati nella capitale tedesca. Alcuni di essi vi vivono da prima della caduta del Muro, e lì si sono realizzati professionalmente e messo su famiglia, eppure la malinconia e il rimpianto per il Belpaese continuano a riaffiorare. Nonostante proprio l’amata patria non abbia offerto loro le stesse prospettive per un futuro solido e concreto.
La recensione liquida il video-reportage come un…

LUST & SOUND IN WEST BERLIN

Con il crollo del Muro e la riunificazione di Berlino, è accaduto qualcosa che forse in molti non avevano preventivato. La ricca Berlino Ovest ha di fatto inglobato il più grigio e povero settore orientale controllato da Mosca. I primi racconti di chi ha visitato la ritrovata capitale, trasudano fascinazione per un mondo e una cultura distanti dal modello capitalista. Molti Ossi si trasferirono a ovest per lavoro e abbandonarono le loro abitazioni a est. Dal quartiere centrale di Mitte alla periferie di Pankow, numerosi appartamenti e interi edifici nell’ex capitale orientale si svuotarono e vi s’insediarono migliaia di giovani, perlopiù artisti, provenienti dalle più disparate città e nazioni.
Prenzlauer Berg, il quartiere operaio divenne, insieme a Mitte, Friedrichshain e Kreuzberg, il fulcro vitale della vita notturna della nuova Berlino. Fermenti culturali e artistici sempre più pulsanti, trasformarono la ritrovata capitale della Germania unita nella metropoli di maggior tendenza in Europa.
In tanti hanno, da subito, manifestato una schiacciante preferenza per Berlino Est, anche in virtù delle sue numerose testimonianze storiche e monumentali. Il Fernsehturm, la torre della televisione, che i cittadini della DDR deridevano chiamandolo asparago, è divenuto subito il simbolo distintivo della capitale. Così anche il Berliner Dom, il Gendarmenmarkt, il Checkpoint Charlie, la Brandenburger Tor, l’Unter den Linden, la Karl-Marx-Allee, l’Oberbaumbrücke e la East Side Gallery: tutte attrazioni e mete per turisti situate nel settore orientale.
Forse i cittadini di…