LA LEGGENDA DI PAUL E PAULA

LA LEGGENDA DI PAUL E PAULA

DIE LEGENDE VON PAUL UND PAULA di Heiner Carow (Germania Est 1973)

In riferimento al precedente post dedicato alla Ostalgie, è interessante rilevare quanto il suo impatto culturale nella Germania riunita, sia stato veicolato dalla musica e dal cinema prodotti nella DDR. Le opere cinematografiche prodotte dalla DEFA, in particolare, con la riunificazione sono state scoperte e apprezzate anche a ovest. Per molti tedesco-occidentali ha rappresentato l’opportunità di conoscere e comprendere una realtà tanto vicina geograficamente, quanto distante culturalmente. Il successo de La leggenda di Paul e Paula ha contribuito a diffondere un sentimento di nostalgia che ha affascinato e coinvolto persino coloro che non erano mai stati nella DDR.

DEFA E CENSURA

Sempre nel 1993 ricorreva il ventesimo anniversario di Die Legend von Paul und Paula, cult movie prodotto dalla DEFA. La Deutsche Film AG, era completamente controllata e gestita dallo Stato. Uno dei suoi scopi principali era quella di promuovere e infondere i valori cari allo Stato, come il lavoro e il socialismo. Tuttavia, raramente si trattava di film propagandistici ed era concessa una certa libertà creativa, a patto che non evidenziassero elementi di critica nei confronti del regime. Le opere sospettate incorrevano nella severa falce della censura che poteva anche predisporne il blocco o il ritiro.

IL SUCCESSO

Tale sorte sembrò investire anche La leggenda di Paul e Paula, probabilmente perché la sua descrizione del quotidiano nella DDR, agli occhi degli occidentali, rischiava di risultare poco edificante. Tuttavia, il film piacque moltissimo ad Erich Honecker, il presidente della Repubblica Democratica Tedesca, che ne ravvisò il potenziale successo popolare. In effetti divenne uno dei maggiori successi del vasto catalogo DEFA, superando i 3 milioni di spettatori. Un risultato straordinario se si pensa che la popolazione dell’intero paese era appena inferiore a 17 milioni di abitanti. La popolarità del film rese Angelica Domrose e Winfried Glatzeder, i due protagonisti, due star amate dal pubblico. Quando, nei primi anni ’80, i due attori decisero di trasferirsi in Germania Ovest, la pellicola non venne più proposta in TV; per lo Stato erano due traditori che il pubblico avrebbe dovuto dimenticare nel più breve tempo possibile.

Die Legend von Paul und Paula
Winfried Glatzeder
Ls leggenda di Paul und Paula
Angelica Domrose
OPPOSTI

La naïveté dei personaggi, l’atmosfera surreale e l’estetica, oggi irresistibilmente vintage e un po’ kitsch, hanno contribuito al rinnovato successo de La leggenda di Paul e Paula. Il film racconta l’incontro e l’amore dei due protagonisti in una Berlino Est polverosa e decadente, più precisamente nel quartiere di Friedrichshain. Nonostante la reciproca attrazione, presto emergono le radicali differenze che li distanziano, a partire dalle rispettive aspirazioni e visione della vita. Anche i contesti sociali li dividono: Paul è un ambizioso burocrate che vive in un moderno Plattenblau. Nell’antico e fatiscente edificio di fronte, vive invece Paula, una giovane madre di umili origini. Nonostante si divida tra più lavori per guadagnarsi da vivere, la ragazza non rinuncia alla sua natura sognatrice e al suo entusiasmo per la vita. Un fattore che invece li accomuna è il senso d’insoddisfazione, ma non è sufficiente per evitare attriti e contrasti tra due personalità troppo divergenti.

La leggenda di Paul e Paula
La leggenda di Paul e Paula
La leggenda di Paul e Paula
FELICI

Paul non resiste alla vitalità e all’ardore di Paula; la donna, dal canto suo, sembra non voler mai opporre resistenza al proprio destino. Vede nel ragazzo l’amore della vita e l’occasione di felicità che attende da tempo, sebbene sia palesemente ingabbiato nel proprio schema rigido e freddo. La leggenda di Paul e Paula ritrae una quotidianità serena e scanzonata che resiste agli aspetti controversi di un regime autoritario che limitava i diritti e le libertà individuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *